MAGNIFICAT

 

INTERPRETATO DA :

 

                         

 

PAOLA PITAGORA            EVITA CIRI

E

 

 

VALENTINA CHICO

 

 

MUSICHE:composte ed eseguite in scena

da ENRICO VENTURINI

 

PARTE TECNICA a cura di

LUCA FEBBRARO

 

TESTO di ALDA MERINI

 

 

PRESENTAZIONE DELL’OPERA :

 

Guida all'opera:" Maria è uno dei più affascinanti enigmi della cristianità :vergine e madre,corpo sensuale che dona la vita e corpo spirituale che accoglie il figlio di Dio,intorno a lei si sono appassionati laici e religiosi ,scettici e credenti,e soprattutto l'uomo semplice che attraversa questo mondo senza ancore sicure contro la sofferenza e la paura. Lei si staglia luminosa,pudica e silenziosa sullo sfondo della vita di Cristo ,icona di accettazione,amore e fede e nello stesso tempo simbolo eterno della femminilità e della maternità ,concedendo solo gesti e sguardi fuggevoli a chi continua ad interrogarsi sul suo mistero .
Come questo testo,che ci consegna una vergine diversa da come eravamo abituati a pensarla:quella che ci viene incontro in queste pagine è una donna giovane,fragile,umanissima, perchè Alda Merini,una delle più grandi poetesse italiane ,non ne rappresenta la storia e la vita,ma evoca,con straordinaria forza visionaria ,la sua interiorità ,il suo smarrimento,il suo stupore.
Maria è corpo ,sangue,dolore,eppure la sua voce sembra provenire da uno spazio cosmico,rarefatto,solcato ora da vibrazioni commosse e ora da lampi di intensa intimità con lo spettatore,quasi a dimostrarci che nessun mistero si può svelare e comprendere se non sappiamo offrirgli in cambio la nostra autenticità" .Dal testo "Magnificat,un incontro con Maria"edito Frassinelli